Storia breve della borsa
Tutto quello che dovresti sapere

Sicuramente ogni donna sa quanto è importante una borsa nel look generale ma non tutte sanno che la borsa ha una storia affascinante che si dipana nei secoli e che parte, pensate, dagli uomini.

La borsa infatti nasce come accessorio maschile utilizzato fin dalla preistoria per trasportare cose importanti come il materiale di scambio (il nostro denaro di oggi). Il termine “borsa” diventa però di uso comune solo nel XIII secolo e sembra derivi dal termine greco “byrsa” che indicava il cuoio con cui le borse erano fatte. Nella Toscana del XII secolo si inizia a lavorare la pelle, in particolare si inizia a conciare sia pelli più resistenti (bufalo e manzo) ma anche più raffinate come quelle di vitelli, capre e camosci. Sempre in questo periodo iniziano a differenziarsi le varie tipologie di borse, da quelle che si portavano appese al collo o alle cinture fino alle bisacce, le sacche da viaggio utilizzate dai pellegrini, o alle borse utilizzate per il trasporto delle merci. Oltre ai Toscani anche i veneziani diventano famosi per la lavorazione delle pelli.

Nel Medio Evo diventano di gran moda le borse con la tracolla che lasciano libere le mani, proprio in questo periodo (fra il XVI e il XVII secolo) si comincia ad abbellire le borse con frange, velluti, broccati e applicazioni varie, ricami e fiocchi.

Con il ‘700 però arrivano i manicotti che oltre a scaldare le mani diventano posti in cui riporre piccoli oggetti e la borsa sembrerebbe scomparire per poi riapparire tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento quando le donne conquistano maggiore libertà e dinamicità.
Nascono le borse da viaggio da signora che oltre ad essere funzionali sono anche belle da vedere e ricche di scomparti per portare con sé tutto il necessario e si diffondono anche modelli da passeggio con manici o catenelle per appenderle alla vita.

Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale le esigenze cambiano e anche le donne necessitano di ampie borse in cui riporre oggetti. Si perde quindi in eleganza e bellezza.

Dopo la Grande Guerra però tutto sembra cambiare, le donne che ormai lavorano fuori casa ed escono la sera per andare a ballare hanno la necessità di borse piccole in cui riporre i propri oggetti e da poter portare sempre con loro e da abbinare ai vari abiti più o meno eleganti.

Passata anche la Seconda Guerra Mondiale il Mondo intero sembra cambiare, anche le classi medie possono permettersi di più, le donne conquistano sempre più spazio e la borsa sembra essere sempre al loro fianco!